Analisi ok per le Nobili Mozzarelle di Bufala dei Fratelli Giuliano. Salubrità e qualità a portata di click con il QR Code Campania

schermata-2016-12-09-a-13-36-48In pochi lo sanno, ma la Campania si è finalmente dotata di un efficace strumento per sapere se i prodotti agroalimentari di una data azienda sono salubri o meno. Il progetto “Campania Sicura”, avviato nel 2015, risponde con la massima trasparenza ed efficacia confutando i dubbi di quella parte del mercato che dopo le vicende della Terra dei Fuochi ha preso a fare di tutta l’erba un fascio.

L’iniziativa è esemplare nella sua semplicità ed efficacia, e merita il plauso più sincero, che va alla Regione Campania che ha voluto questo strumento e all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno che analizza, prodotto per prodotto, rilasciando la certificazione al singolo produttore aderente al progetto.

schermata-2016-12-09-a-13-09-39_modifOltre ad un piano completo di analisi dei prodotti, controllo della qualità e certificazione, il produttore riceve un QR Code aziendale (in basso in questo articolo) che porta alla pagina web del sito QRCodeCampania.it in cui sono contenuti i risultati delle suddette analisi. Per raggiungere detta pagina è sufficiente dotare il proprio smartphone (o tablet) di una App di lettura (ne esistono anche di gratuite), per cui con un click si può conoscere lo “stato di salute” del prodotto che si sta per acquistare.

schermata-2016-12-09-a-12-00-30Tra le aziende che hanno aderito sinora, salta all’occhio la Giuliano Antonio di Eboli, aderente alla nostra associazione e produttrice di Latte Nobile bufalino destinato a realizzare Mozzarella di Bufala (in vari formati e pezzature) e altri formaggi e latticini da latte bufalino (ricotta, primo sale, scamorza, provola e formaggio a pasta dura tipo “grana”). Dopo la prima tornata di analisi, effettuata il 1° giugno scorso, il 10 novembre il latte dell’azienda ebolitana è stato nuovamente testato con esito più che soddisfacente (nella foto).

Per completezza di informazione, linkiamo un articolo che Il Fatto Alimentare ha dedicato alla presentazione del progetto, e un video di Claai Napoli(*) (da cui è tratta la seconda immagine dall’alto) con cui apprendere ogni particolare dalla viva voce dei responsabili e dei tecnici dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici.

Così facendo tutti i consumatori possono ricevere delle risposte, e visto che le aziende che hanno aderito sono già diverse centinaia, di questo passo non è da escludere che proprio la Campania e i suoi prodotti saranno i più garantisti e garantiti tra tutti quelli presenti sul mercato. Apprezzabile anche il rovescio della medaglia che il progetto offre alle aziende e ai consumatori: in caso di produzioni contaminate il servizio di vigilanza provvede al rilevamento della fonte di inquinamento e alla sua bonifica.

qrcode_per_etichettaConcludendo sull’azienda dei Fratelli Giuliano, qui vedete il loro QR Code, rilevando il quale (con l’apposita App) verrete portati dritti dritti nella pagina con le analisi di laboratorio dei loro prodotti. Per chi non fosse ancora attrezzato dell’applicazione dedicata, la pagina può essere raggiunta anche cliccando qui.

9 dicembre 2016

(*) Claai Napoli (Associazione dell’Artigianato Napoletano e della Piccola e Media Impresa della Regione Campania)