Progetto Granfora – Alta Irpinia

Granfora_erbaiGranfora – Sviluppo del sistema produttivo Grano-Foraggi dell’Alta Irpinia e dei prodotti derivati

PSR 2007-2013 Misura 124 “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e settore forestale”

ASSE 4 APPROCCIO LEADER – GAL CILSI – Misura 41 – Sottomisura 411 –

Azione I – misura 124 PSL “TERRE D’IRPINIA

CAPOFILA

II Consorzio Formicoso Alta Irpinia (FAI) è attualmente impegnato in attività di animazione sul territorio. L’indirizzo produttivo della zona è cerealicolo-zootecnico e a seguito dell’azione promozionale del GAL ed all’Assistenza Tecnica (A.T.) fornita da ANFOSC, molti agricoltori intendono orientare le loro scelte colturali verso la produzione di grani atti alla trasformazione in prodotti di alta qualità, come pure verso la produzione di latte con caratteristiche qualitative particolari partendo da foraggi prodotti e curati secondo i più moderni dettami scientifici.

L’interesse comune dei soci, nell’ambito della cerealicoltura, è diretto allo sviluppo concreto di una filiera agricola di frumento duro “senatore Cappelli” quale varietà adatta alla produzione di prodotti agroalimentari di pregio. Per il raggiungimento di tale obiettivo è stata riscontrata, nel corso del tempo, la necessità di mettere in atto un’attività di studio sui seguenti punti:

A) studio dei suoli;

B) studio di pratiche agronomiche sostenibili e che abbiano tecniche di applicazione innovative;

C) studio delle caratteristiche biologiche dei prodotti agricoli derivati e dei relativi usi nell’ambito del settore della trasformazione. la filiera cerealicola è consociata ad una pratica agronomica che ha origini remote con la rotazione colturale erbai polifita di leguminose, il che vuoi dire avvicendamento dei cereali con leguminose da foraggio.

II Consorzio ed i suoi soci, pertanto, presteranno la massima collaborazione per far si che, attraverso il progetto, sia possibile definire quali sono le migliori condizioni e pratiche botaniche che possano permettere alle stesse leguminose di apportare ai terreni particolari benefici alle produzioni cerealicole, avvicendate. Ciò permetterà di conseguire due risultati fondamentali: una produzione di eccellenza di grano “Senatore Cappelli” ed una di foraggio di ottima qualità capace, a sua volta, di influire positivamente sulla produzione lattiero-casearia.

Raggiungere tal e obiettivo potrebbe mettere in moto un sistema produttivo integrato ed utile alla crescita economica dell’organizzazione consortile e, di conseguenza, un miglioramento dello status sociale di ogni singolo socio produttore rendendo ancor più sostenibile la vita nelle campagne. Nel Progetto, dunque, il Consorzio svolgerà funzione di coordinamento di tutte le attività previste.

PRODUTTORI PRIMARI

Le aziende agricole hanno come missione quella di:

A) creare prodotti di alta qualità tecnologica e nutrizionale;
B) applicare e promuovere nuovi modelli di produzioni sostenibili anche attraverso il coinvolgimento di forze giovanili. Nell’ambito del progetto essi si impegnano a recepire ed applicare le sollecitazioni tecnico-scientifiche del progetto, trasferendole ai propri ambiti produttivi aziendali destinati ad attività cerealicolo-zootecniche. In particolare, ospiteranno ed attueranno, nei loro terreni messi a disposizione del Progetto, i protocolli tecnico -scientifici emanati dal CRA-CER e dall’Anfosc e sotto la supervisione del Consorzio FAI.

INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE/COMMERCIALIZZAZIONE

Grania s.r.l., pastificio artigianale impegnato nella produzione di pasta secca di alta qualità nell’ambito del progetto Grania s.r.l. s’impegna a sviluppare il know-how e le tecnologie necessarie atte alla valutazione dell’attitudine alla pastificazione del frumento duro della varietà Cappelli. In particolare saranno individuati i parametri tecnologici più idonei per il suo utilizzo quali: rapporto semola/acqua, temperatura d’idratazione, pressione durante la trafilazione, tempi e temperature di essiccazione. Inoltre, si procederà alla determinazione delle caratteristiche sensoriali del prodotto, utilizzando panel di assaggiatori addestrati. II pastificio verrà coinvolto anche nella divulgazione dei risultati attraverso l’allestimento di prove di degustazione e la partecipazione a manifestazioni di vario tipo.

UNIVERSITÀ. ENTI DI RICERCA PUBBLICI PRIVATI

Il CRA-CER: partner scientifico, si occupa di genetica, miglioramento genetico, selezione varietale e agrotecnica di cereali (frumento, farro, orzo ed avena) per consumo umano e animale con particolare attenzione agli aspetti di resistenza agli stress biotici e abiotici, alla sostenibilità della coltivazione e alla qualità delle produzioni in un’ottica di filiera. Cura il mantenimento di collezioni varietali di cereali adatti alla coltivazione in ambiente mediterraneo per la salvaguardia e la valorizzazione della biodiversità.

Nell’ambito del progetto il CRA-CER svolgerà attività di sperimentazione di tipo agronomico con l’obiettivo di:

1) identificare un itinerario colturale in grado di massimizzare le rese e migliorare la qualità della granella di frumento;

2) salvaguardare l’aspetto ambientale della coltivazione (gestione conservativa del suolo, utilizzo consorzi microbici, difesa integrata della coltura, etc … )

3) caratterizzare, da un punto di vista qualitativo, la granella di frumento, i prodotti intermedi (sfarinato, semola ecc)

PARTNER “ALTRA CATEGORIA”

L’A.N.Fo.S.C., partner tecnico zootecnico, è da tempo impegnata sul territorio per assistere il GAL nella sua attività di animazione in campo zootecnico. Essa, tra l’altro, ha registrato e detiene il marchio Latte Nobile ed il relativo know-how e s’impegna a farlo conoscere e diffondere, in ambito regionale ed interregionale, attraverso una serie di manifestazioni, convegni, articoli su stampa specializzata, istituzione e gestione di sito web, ecc. Nel progetto svolgerà compiti di A.T. nel settore foraggero, con diffusione di prati polifiti, tecnica di coltivazione, raccolta e fienagione, valutazione foraggi, coordinamento, istruzione, formazione, indagini, ideazione prodotti, predisposizione materiale illustrativo, diffusione dei risultati, ecc.

Mastrogiulio s.n.c. di Daniele e Franco Mastrogiulio si occupa di commercializzazione e stoccaggio di cereali e mezzi tecnici per l’agricoltura. L’azienda partecipa al progetto mettendo a disposizione i propri impianti di stoccaggio e di conservazione al fine di garantire il rifornimento della materia prima ai partner trasformatori per l’intera durata del progetto.

schermata-2016-11-25-a-17-41-20


schermata-campania_def